RIPESCAGGI, ANCORA SPERANZE PER IL VARESE

VARESE 03.08.2018 – In merito alla complicata situazione della geografia dei campionati, la Lega Nazionale Dilettati comincia a porre alcuni tasselli per sistemare parzialmente la questione.
A seguito della rinuncia all’iscrizione al campionato di Serie D da parte di Akragas e Villabiagio oltre alla bocciatura da parte della CO.VI.SO.D: de L’Aquila (Pomigliano, Campobasso, Palmese, Nocerina, Barcellona e Roccella hanno vinto il ricorso), la Lega attraverso il comunicato ufficiale n.59, dispone che Montebelluna, Classe e Jesina vengano “ripescate” in Serie D.
Il giorno dopo, appena comunicato che Bari, Cesena e Avellino sono saltate in Serie B, Novara e Catania hanno preso due posti liberandoli in C dove sono state “promosse” Cavese e Imolese. Queste ultime lasciano quindi altri due posti a beneficio delle pretendenti al ripescaggio in D che la LND, a completamento dell’organico, offre a Cannara e Anzio.
Ma perchè due e non tre? Il motivo è che l’Avellino ha presentato un ricorso che sarà dibattuto nei prossimi giorni. Probabile quindi che si apra la possibilità di un nuovo ripescaggio.

Oltre a questo ci sono da valutare le iscrizioni di Reggiana (avente diritto alla serie C ma con un fallimento dichiarato), Mestre (per scelta societaria ripartirà dall’Eccellenza), Fidelis Andria e Bassano (rinunciano all’iscrizione).

Il Varese, nella graduatoria totale dei ripescaggi (ci sono tre scuole di pensiero che si basano sui punti, oppure sui gruppi di graduatoria o sui punteggi) per la graduatoria peggiore per il tifoso biancorosso, risulta essere undicesimo. Davanti a loro un Lumezzane in debito di ossigeno economico e che pare stia valutando una rinuncia. Con le cinque già ripescate, Varese balza al sesto posto che per il nodo Lumezzane potrebbe addirittura essere quarto.

Con ancora 4 posti disponibili (forse 5 se all’Avellino non verrà accolto il ricorso) e altri possibili per completamento d’organico in caso di gironi di numero dispari, il Varese può ancora sperare in una nuova stagione in serie D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *