AREA DIDATTICA

Progetto Bimbo si rivolge a bambini di Scuola Materna ed Elementare di età compresa tra i tre ed i sette anni, l’obiettivo è sviluppare le qualità motorie di base (strisciare-camminare-correre-saltare) utilizzando il Calcio come mezzo per ottenere un armonico sviluppo motorio.

L’attività ludico-motoria ha diretto rapporto con lo sviluppo intellettivo poiché nella prima infanzia l’apprendimento evolve utilizzando tre strumenti : il corpo come mezzo di comunicazione, il movimento quale strumento di ricerca ed il gioco come fonte di motivazione. L’impronta data alle proposte sarà esclusivamente di carattere didattico- educativa, come, peraltro, previsto dai Programmi Ministeriali di Educazione Motoria e rispetterà appieno le caratteristiche psico-fisiche dei bambini in età prescolare. Il progetto parte dai bisogni dei piccoli allievi che apprenderanno il movimento attraverso la pratica di giochi funzionali, differenti nelle varie età. Il gioco svolge una parte determinante per formare la cultura ludica infantile, per garantire un sano ed equilibrato sviluppo psico-motorio : la conoscenza del corpo, il ritmo, la resistenza, l’agilità, l’espressività, la coordinazione.

La Metodologia
Ciclo di lezioni  a partire dal mese di Settembre  con frequenza bisettimanale per un’ora di attività, tempo che consente di gestire al meglio l’attenzione del bambino. I sussidi didattici e materiale tecnico sono tutti a norma CEE  e verranno utilizzati palloni leggeri e colorati poco invasivi ed adatti al tipo di attività. Le lezioni saranno organizzate con proposte a carattere prevalentemente ludico e senza esasperazioni agonistiche, condotte da Diplomati ISEF ( Istituto Superiore Educazione Fisica )e Laureati in Scienze Motorie da svolgersi presso la Palestra della Scuola Media Vidoletti e Scuola Elementare Galilei sino a fine marzo e poi sul campo in sintetico presso lo stadio Franco Ossola di Varese.

Obiettivi
Perfezionamento e consolidamento delle qualità motorie di base, apprendimento delle capacità coordinative riferite al gioco del calcio, addestramento al gioco di squadra, coinvolgimento attivo dei genitori durante la conduzione dell’attività con opuscoli informativi.
L’agonismo può essere un forte stimolo ed allo stesso tempo un pericoloso intralcio allo sviluppo di una corretta attività motoria principalmente in età prescolare poiché vittorie o sconfitte, se troppo enfatizzate , causano sentimenti di invincibilità o di inferiorità non corrispondenti alle reali capacità del fanciullo. Tutte le proposte motorie riferite al Calcio avranno come tema dominante il gioco che recita una parte fondamentale nell’educazione motoria per i bimbi in età prescolare. Il gioco rappresenta la prima forma di apprendimento e sviluppa in sé la struttura più elementare dell’intelligenza attraverso la sua esperienza sensorio-motrice. Il movimento è parte essenziale del gioco stesso e fonte di sviluppo sul piano organico, funzionale, psichico.

                                                   Prof. MARCO CACCIANIGA
Progetto Bimbo Calcio Varese